venerdì 21 giugno 2013

Tipologie analogiche bipolari



Le Tipologie analogiche BIPOLARI sono tipologie comprtamentali particolari 
I bipolari analogici sono EGO che hanno la ex conflittualità analoga stimolatore, la ex
conflittualità viene fuori più spesso quando il soggetto si trova in forte stato
emotivo.
Un ego che si gratta a sx (avere) è bipolare.
Esempi:
EGO Femmina  ASTA
EGO Maschio  TRIANGOLO
I bipolari soffrono di affidabilità frustrata riguardo al sesso del proprio ego, nei
riguardi del quale sono soggetti ad idea conclamata
I bipolari prima ti cercano, poi ottenuto il consenso tendono a sparire.
I bipolari sono sensibili alla SINDROME PERSECUTORIA in quanto si scinde da
una parte di se stesso che definisce cattiva e negativa.
La parte scissa dell'individuo è spesso da lui identificata come negativa, in sintesi
il bipolare giudica negativi i propri modi trasgressivi, non conformi ai modelli di
riferimento genitoriali.
La scissione di fatto è solo un meccanismo di difesa per cui malgrado il tentativo
di staccarsi da quella parte giudicata negativa di se stesso, questa continua a
manifestarsi divenendo una mania persecutoria.Nel bipolare ad ogni azione
problematica corrisponde una reazione a sua volta problematica ed ogni soluzione
del problema originario diventa un problema pari al primo.
I bipolari denunciano due problemi apparentemente distinti ma che di fatto
rappresentano il VERSO e L'INVERSO della stessa cosa.
Ad esempio anoressia/bulimia, ansia /depressione.
ANATEMI per i bipolari
Vincolo interattivo governato dal Mastro di Chiavi, limite al quale il
soggetto non vuole arrivare come giudizio ricevuto (se in arrivo: tutte le
tipologie) o espresso (se in partenza: solo i registi).

Sono le più grandi offese di ogni cultura. In quella nostra sono:
Frocio,Impotente,Lesbica,Troia ogni tipologia ha la sua in base alle triadi e/o
diaditipologicheedex tipologiche. C'è dibattito sull'esatto anatema per
tipologia.Per esempio le registe alterate rispondono in "gradimento" a
"Troia"e iregisti alterati a "Frocio" strnte alla mia esperienzaLe donne ego Maschio asta  Su puttana vengono in avanti, su lesbica no.
Utilizzare questi però non vuol dire "Puttana" o "Lesbica" o "Frocio" o
"Impotente" al soggetto ma parlargli in tal modo che possa temere un tale
giudizio da te. "Non è un poco troppo corta quella gonna?" = "Puttana",
"Fancesca, non credi che ti stai avvicinando troppo alla Gianna?" = "Lesbica"

Nessun commento:

Posta un commento