domenica 24 marzo 2013

Emozioni compresse (secondo l'analisi transazionale)



Le Emozioni compresse (secondo l'analisi transazionale) si esprimono attraverso la  “COLLEZIONE DI PUNTI”:

Si definisce “collezione di punti” la somma delle emozioni che sono rimaste compresse senza
essersi potute esprimere completamente o che si sono espresse solo parzialmente.
Quando la collezione di punti raggiunge il valore sufficiente riscuotiamo il premio che è
l’espressione mascherata dell’emozione compressa.
L’emozione o la somma di emozioni non espresse si manifesta attraverso due modalità:
• I racket o problemi artificiali
• I giochi
• I copioni

Racket:
il racket ,secondo la terminologia dell’analisi transazionale, (o problema artificiale, secondo la
terminologia della PA) è un atto, (o un problema) spesso autolesionista o attraverso il quale
l’inconscio ci auto lesiona, per dare modo all’emotività compressa di esprimersi.
Un esempio è un attacco di bulimia,la depressione, un mal di stomaco o mal di testa
(somatizzazioni) o dipendenze varie (gioco, alcool, ecc.)

Giochi:
I giochi sono relazioni stereotipate che si mettono in atto con gli altri allo scopo di trovare “bersagli
emotivi” sui quali scaricare, sottoforma di rancori e sensi di colpa l’emotività compressa.
Nei giochi tendiamo a ricoprire o a far ricoprire ai nostri interlocutori (anche a rotazione) tre ruoli:
Vittima (chi subisce, e può generarci senso di colpa)
Persecutore (chi ferisce e può scaricare aggressività)
Salvatore (chi aiuta e può ridurre sensi di colpa )
Vittima Persecutore
Salvatore
Esempio:
il marito inizia ad accusare la moglie di inadempienze ricoprendo il ruolo di “persecutore”, facendo
ricoprire alla moglie il ruolo di “vittima”, il che gli permette di scaricare sottoforma di rancore
l’emotività compressa, ed al contempo, quando la moglie si identifica nel ruolo di vittima ferita e
mortificata di vivere e ricaricarsi attraverso i sensi di colpa.
Quando i sensi di colpa sono troppo lati possono essere mediati andando a ricoprire il ruolo del
salvatore, cioè offrendo alla moglie comprensione.
Magari dicendo che capisce le sue ragioni che l’ hanno portata alle inadempienze.
Copioni
Spesso anche se ci ripromettiamo di fare cose diverse ci ritroviamo a commettere gli stessi errori e
ricadere nelle stesse situazioni.
Tendiamo cioè a crearci dei copioni di vita che ci illudiamo di aver scelto liberamente.
Un copione è una struttura comportamentale che mettiamo in atto nella vita adulta ma che affonda
le radici nei vissuti infantili.
I messaggi ricevuti nell’infanzia ed utilizzati nella vita adulta costituiscono le fondamenta del
copione.

Nessun commento:

Posta un commento