domenica 28 ottobre 2012

L'antagonista in amore


L'antagonista in amore serve a produrre coinvolgimento emotivo, ricreando nell'oggetto di desiderio lo stesso tipo di situazioni che ha vissuto all'interni della famiglia di origine.
Ovviamente va gestito bene al fine di non produrre gelosia eccessiva.
La gelosia  eccessiva spinge l'individuo ad un conflitto aperto con il proprio partner essendo presunto l'antagonista. In funzione di come il partner si comporta, l'individuo avverte la forza dell'antagonista e il suo potenziale di fascinazione. Tale comportamento può generare all'interno della coppia sofferenze, disagi, conflitti e separazioni.

L'antagonista può anche generare motivazione a prenderti i cura di se, del tuo corpo e della tua mente, più di quanto tu abbia fatto ultimamente. Probabilmente, in un rapporto dove decade la passione  hai dato per scontato il vostro rapporto e forse non lo hai più sorpreso con un look all'altezza.

Per conquistare un oggetto di desiderio, ad esempio un maschio difficile devi avvalerti di una spalla, di un
antagonista esterno di SESSO FEMMINILE che ti permetta di essere incasellata come oggetto di desiderio; 


L'antagonismo è determinato dalla conflittualità, non dal sesso.

Una donna conflittuale triangolo (simbolo materno) avrà antagonismo verso le donne, una
conflittuale asta (simbolo paterno) avrà antagonismo verso gli uomini.
Un uomo conflittuale asta avrà antagonismo verso gli uomini, un uomo conflittuale triangolo  avrà antagonismo verso le donne.

E tutto questo non c'entra nulla con le scelte etero od omosessuali.


L'antagonista per definizione è cosa o persona che t'impedisce di raggiungere l'oggetto del tuo desiderio. L'antagonista può essere reale e quindi identificabile in una persona, o può essere presunto , se è il tuo stesso stato mentale ) che ti ostacola nel raggiungimento dei tuoi obiettivi. Entrambi influenzano la tua capacità di raggiungere il successo.
Entrare in conflitto con l'antagonista vuol dire non essere soddisfatto per quello che si ha. Per gestire al meglio il tuo antagonista reale devi perfezionare la tua capacità di influenzarlo con tecniche di comunicazione appropriate. Se l'antagonista è presunto devi imparare a meglio gestire il tuo stato mentale affinché non ti sia di ostacolo per il raggiungimento dei tuoi obiettivi.

Nessun commento:

Posta un commento