venerdì 21 settembre 2012

Come si manifesta l'amore qual è il significato dell'amore




Come si manifesta l'amore qual è il significato dell'amore? Quali sono i meccanismi dell'amore?
I grandi filosofi greci diedero alla parola Amore tre tipologie di significato :
EROS ( Io > Altro ) : Amore sensuale caratterizzato dal voler possedere l'altro (Sensualità). Io voglio possedere te perché sei mio. "Voglio esclusivamente il mio bene".
FILIA ( Io = Altro ) : Amore che si fonda su un rapporto relazionale libero, paritario, senza alcuna velleità di possesso (Amicizia). Tu ed Io siamo sullo stesso piano. "Desidero il bene d'entrambi".
AGAPE ( Io < Altro ) : Amore che diventa totale dono di se (Carità). Io mi dono liberamente a te. "Per me il tuo bene è più importante del mio".


Nel Simposio il discorso di Platone si sposta dal tema della manía come forma di amore provata 
dalle anime degli amanti, a quello stesso di Amore (Eros), con lo scopo di definirne la natura. 
L’occasione è fornita da un banchetto che si svolge a casa del poeta Agatone ed a cui è invitato lo 
stesso Socrate che vi arriva quando gli altri convitati sono già presenti..Fedro sostiene che Eros è il più antico fra tutti gli dei e quindi il più venerabile, infatti nessun poeta ne ha cantato le origini. Proprio per la sua antichità è foriero dei maggiori benefici per gli uomini. 

Nel diciassettesimo capitolo della Bhagavadgita Krishna, quale esperto e supremo Conoscitore e Signore della mente, descrive quelli che potremmo definire, con linguaggio moderno, i principali profili psicologici, influenzati e dunque caratterizzati dai tre costituenti della prakriti: sativa (luminosità, saggezza), rajas (passione, azione) e tamas (tenebra, inerzia). Nello stesso capitolo Krishna spiega che, a seconda del guna dominante, generato a sua volta da particolari desideri ed attitudini, gli individui sviluppano gusti e tendenze; in questo modo si delineano tipi di amore, fede, culto, abitudini alimentari e inclinazioni pratiche di varia gradazione e natura.
L'amore passionale si colloca su di un piano fisico-emozionale; è costituito da tamas e da rajas. L'amore sentimentale è un misto di rajas e di sattva: prevalgono i sentimenti. L'amore ideale è principalmente caratterizzato da sattva, anche se non è del tutto privo di rajas e di tamas. L'amore divino infine, quello spirituale, universale, che scorre da anima ad anima e da anima a Dio, è completamene, scevro da influenze rajasiche e tamasiche.

A colui che si trova nel processo del morire questi concetti vanno spiegati con anticipo, non all'ultimo istante. Consideriamo, poi, che in fondo siamo tutti malati terminali, è solo questione di tempo, perciò meglio capire prima possibile quali forze ci condizionano, alimentando in noi quegli attaccamenti che rendono penosa la morte.

Osho spiega innanzitutto che esistono due tipi di amore: "l'amore bisogno" e "l'amore dono". Il primo non è vero amore, è un bisogno, è dipendenza dall'altro…e quando sei dipendente, l'altro certamente ti dominerà, o tu cercherai di dominare l'altro. E questa è la lotta tra i cosiddetti amanti, che sono in realtà nemici intimi, continuamente in lotta.
L'amore accade solo quando sei maturo: diventi capace di amare solo quando sei cresciuto, quando capisci che l'amore non è un bisogno ma un traboccare…e in questo caso dai senza condizioni.
In pratica il primo tipo di amore (bisogno) deriva dal profondo bisogno dell'altro (quando non hai amore chiedi all'altro di dartelo, e lui lo chiede a te…prima eravate infelici da soli, separati, ora lo siete insieme…."e quando due persone sono infelici insieme, non si tratta di una semplice addizione, ma di una moltiplicazione").
Il secondo tipo invece (l'amore dono) fluisce o trabocca da una persona matura ad un'altra, è frutto dell'abbondanza…si viene inondati d'amore).

Ebbene questo è il paradosso: coloro che si innamorano non hanno amore, ecco perché si innamorano.
E poiché non hanno amore, non possono darne.
E ancora una cosa: una persona immatura si innamora sempre di un’altra persona immatura, perché parlano la stessa lingua.
Una persona matura ama una persona matura. Una persona immatura ama una persona immatura. Puoi continuare a cambiare marito o moglie mille volte, troverai di nuovo lo stesso tipo di persona e la stessa miseria ripetuta in forme diverse; ma la stessa miseria ripetuta è praticamente la stessa cosa. Il problema di base nell’amore è che prima devi diventare maturo, allora troverai un partner maturo: le persone immature non ti attireranno affatto.
Le persone immature che cadono in amore distruggono a vicenda la propria libertà, creano un legame, una prigione.
Le persone mature in amore si aiutano a essere libere, si aiutano l’un l’altra a distruggere ogni tipo di legame.
E quando l’amore fluisce nella libertà c’è bellezza.
Quando l’amore fluisce nella dipendenza c’è bruttezza.
Ricorda, la libertà è un valore più alto dell’amore. Quindi se l’amore distrugge la libertà, non ha alcun valore.
L’amore può essere lasciato cadere, la libertà deve essere salvata: è un valore più elevato.
E senza libertà non potrai mai essere felice, non è possibile.


Una classificazione più recente suddivide l'amore in otto forme o tipologie.


1.    Intimità. La simpatia: da sola può essere la base per un buon rapporto di amicizia. Non c’è attrazione fisica né interesse a impegnarsi per costruire un rapporto solido e duraturo;
2.    Intimità e dedizione. L’amore solidale: una salda amicizia non romantica;
3.    Intimità e passione. L’amore romantico: i sentimenti di vicinanza si accompagnano all’attrazione fisica;
4.    DedizioneL’amore vuoto: manca l’apertura di sé all’altro e il desiderio sessuale;
5.    Dedizione e passioneL’amore fatuo: un corteggiamento passionale, che alcune volte può portare anche al matrimonio prima che si sviluppi l’intimità psicologica fra i partner;
6.    Passione. L’infatuazione: “l’amore a prima vista”, generato solo dall’attrazione fisica ma in cui manca il sentimento;
7.    Intimità, dedizione e passione. L’amore completo: la forma d’amore più totale, che genera un rapporto appagante per entrambi gli innamorati.è’ Amore è perfetto quando l’anima ripone ogni gioia nell’amato in un reciproco vincolo stretto che non esita a far patire qualsiasi cosa per l’altro. L’anima che ama con Amore perfetto soffre per la sola lontananza dall’amato e chi ama in questo stato non ci cura di domandare ciò che gli manca e palesa, semplicemente e con discrezione, il solo bisogno d’amore. L’Amore perfetto è quando  gli amanti sono trasfigurati l’uno nell’altro. Perfetto vuol dire che è un Amore che non sa tenere niente celato alla persona amata, comunicando in modo inebriante e generoso. L’Amore perfetto non consiste nel solo gusto del senso, in serenità e giustezza è anche depositario dentro l’anima del sapore di verità d’intento ed in questo raggiunto reciproco stato non si soffrono più ansie, né pene d’amore ed è annichilito tutto ciò che non è Amore perfetto. L’anima non ha altro esercizio che il mantenimento di questo stato ed è importante averne la visione (che è più e propria delle Donne), diversamente è impossibile giungere all’Amore perfetto, che può  e deve sempre perfezionarsi  in uno stato di trasformazione che tende alla fiamma d’Amore.



Nessun commento:

Posta un commento