giovedì 14 giugno 2012

Appunti di seduzione per coinvolgere chi desideri




Appunti di seduzione per coinvolgere chi desideri



SFERA LOGICA: nostro Ego e/o SuperEgo, ci identifichiamo con essa, distingue Bene dal Male
SFERA EMOTIVA: nostro Subconscio, nostre Desiderata, non distingue Bene dal Male, brama
tensioni emozionali sia positive che negative, soprattutto negative.
SEGNALI NON VERBALI: di GRADIMENTO o di RIFIUTO: segnali involontari emessi in
sincronica risposta ad un evento, privi di una motivazione logica.
SEGNALI DI GRADIMENTO: leccarsi o toccarsi le labbra, accarezzarsi i capelli, avvicinare
oggetti, scoprirsi parti del corpo, avvicinarsi all’interlocutore, bacio analogico
SEGNALI DI RIFIUTO: toccarsi o sfregarsi il naso, allontanare oggetti, coprirsi, intrecciare
braccia, spolverare, allontanarsi dall’interlocutore, raschiare, deglutire.
DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
Due Tipologie: Aree di Vita; Essere Avere
CARATTERISTICHE SENSORIALI
Visivo Uditivo Cenestesico
VARIE: Guardiano di Porta e Mastro di Chiavi; Ancoraggi; Abbandono; Menzogne e Verità;
ARDI; Prossemica; Ricalco; Etero/Auto Attribuitivi; Simboli Precostituiti (Flash Forward)


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
AREE DISTONICHE: ognuno di noi ha potenziali Distonie in 5 AREE diverse:
1) FAMIGLIA DI ORIGINE: Figura Paterna, Figura Materna (sub. Ego Madre, Ego Padre)
2) FAMIGLIA ACQUISITA (rapporti Sentimentali, Affettivi): Figli, Partner,
3) SESSUALITÀ:
4) IMMAGINE ESTERNA DI SE: Soddisfazione nel Lavoro e nei Rapporti Sociali
5) IMMAGINE INTERNA DI SE: Autostima, Serenità Interna, Percezione di Se








DISTONIA GENITORIALE
Chi ha la distonia n. 1 (genitoriale) emette segnali:
- non verbali che per analogia ricordano il simbolo paterno dell’ASTA (dito teso, penna, tocca
o consegna oggetti in modo penetrante) o il simbolo materno del TRIANGOLO (tocca
oggetti in modo avvolgente, consegna o tiene oggetti in modo cullante).
- verbali: usano locuzioni che per analogia ricordano il simbolo paterno (dobbiamo penetrare
il mercato, sarà più duro del previsto, è un lavoro molto lungo) o il simbolo materno (è una
situazione accogliente, in questa situazione fa molto caldo, umido, profondo.)
- comportamentali: comportamento MATERNO, protettivo, tende a risolverti i problemi o
comportamento PATERNO, ti amplifica il problema e ti nega la soluzione, ti sgrida.
Se esponiamo un simbolo ASTA ad un soggetto distonico PADRE, lui (lei) emetterà un segnale di
rifiuto (e viceversa).
Stesso discorso per segnali verbali o comportamentali
PER COINVOLGERE
Dobbiamo dare la possibilità ai soggetti distonici MADRE di essere protettivi: presentandoci
problematici e bisognosi d’aiuto.
Donna Triangolo in età fertile senza figli: es.: “sai un mio amico ha avuto un bel bimbo …
piacerebbe anche a me…”
Donna Triangolo con figli o non più in età fertile: es.: devi presentarti come figlio adottivo
Dobbiamo dare la possibilità ai soggetti distonici PADRE di essere reprimenda: facciamoci
cazziare.


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
AREE DISTONICHE: ognuno di noi ha potenziali Distonie in 5 AREE diverse:
1) FAMIGLIA DI ORIGINE: Figura Paterna, Figura Materna (sub.. Ego Madre, Ego Padre)
2) FAMIGLIA ACQUISITA (rapporti Sentimentali, Affettivi): Figli, Partner,
3) SESSUALITÀ:
4) IMMAGINE ESTERNA DI SE: Soddisfazione nel Lavoro e nei Rapporti Sociali
5) IMMAGINE INTERNA DI SE: Autostima, Serenità Interna, Percezione di Se
DISTONIA SENTIMENTALE - AFFETTIVA
Chi ha la distonia n. 2 (sentimentale affettiva) emette segnali:
- non verbali
Si tocca Parte ALTA del Tronco , Collo-Petto
Si morde labbro INFERIORE
- verbali:
- comportamentali:
è affettuoso con cose, animali, persone
Se esponiamo un simbolo conforme ad un soggetto distonico Sentimentale-Affettivo, lui (lei)
emetterà un segnale di gradimento (e viceversa)
Stesso discorso per segnali verbali o comportamentali
PER COINVOLGERE
La sua parte emotiva deve vederci come POTENZIALI EROGATORI di SERVIZIO EMOTIVO.
Mostrare Affetto a Terzi / Animali / Oggetti, ma non al Target.
Dare Affetto solo INIZIALMENTE e, poi a singhiozzo senza mai appagare completamente.


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
AREE DISTONICHE: ognuno di noi ha potenziali Distonie in 5 AREE diverse:
1) FAMIGLIA DI ORIGINE: Figura Paterna, Figura Materna (sub.. Ego Madre, Ego Padre)
2) FAMIGLIA ACQUISITA (rapporti Sentimentali, Affettivi): Figli, Partner,
3) SESSUALITÀ:
4) IMMAGINE ESTERNA DI SE: Soddisfazione nel Lavoro e nei Rapporti Sociali
5) IMMAGINE INTERNA DI SE: Autostima, Serenità Interna, Percezione di Se
DISTONIA SESSUALITÀ
Chi ha la distonia n. 3 (sessualità) emette segnali:
- non verbali
Si morde labbro SUPERIORE, mette/toglie anello, dito nell’orecchio, tocca cravatta, altri
gesti di penetrazione come con matita
- verbali:
- comportamentali:
Se esponiamo un simbolo conforme ad un soggetto distonico Sentimentale-Affettivo, lui (lei)
emetterà un segnale di gradimento (e viceversa)
Stesso discorso per segnali verbali o comportamentali
PER COINVOLGERE
La sua parte emotiva deve vederci come POTENZIALI EROGATORI di SERVIZIO SESSUALE.
Dare Sesso (poco) solo INIZIALMENTE e, poi a singhiozzo senza mai appagare completamente.
Micro toccamenti propri Genitali, gesto con penna
Stimolare zone erogene secondarie nascondendo l’azione con motivazione razionale vedi esempio
libro in mano e strusciamento capezzolo


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
AREE DISTONICHE: ognuno di noi ha potenziali Distonie in 5 AREE diverse:
1) FAMIGLIA DI ORIGINE: Figura Paterna, Figura Materna (sub.. Ego Madre, Ego Padre)
2) FAMIGLIA ACQUISITA (rapporti Sentimentali, Affettivi): Figli, Partner,
3) SESSUALITÀ:
4) IMMAGINE ESTERNA DI SE: Realizzazione nel Lavoro e nei Rapporti Sociali
5) IMMAGINE INTERNA DI SE: Autostima, Serenità Interna, Percezione di Se
DISTONIA IMMAGINE ESTERNA
Chi ha la distonia n. 4 (immagine esterna) emette segnali:
- non verbali
Prurito mano sia palmo che dorso
- verbali:
- comportamentali:
Se esponiamo un simbolo conforme ad un soggetto distonico Sentimentale-Affettivo, lui (lei)
emetterà un segnale di gradimento (e viceversa)
Stesso discorso per segnali verbali o comportamentali
PER COINVOLGERE
Sminuire suo posizionamento Sociale-Lavorativo


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
AREE DISTONICHE: ognuno di noi ha potenziali Distonie in 5 AREE diverse:
1) FAMIGLIA DI ORIGINE: Figura Paterna, Figura Materna (sub.. Ego Madre, Ego Padre)
2) FAMIGLIA ACQUISITA (rapporti Sentimentali, Affettivi): Figli, Partner,
3) SESSUALITÀ:
4) IMMAGINE ESTERNA DI SE: Soddisfazione nel Lavoro e nei Rapporti Sociali
5) IMMAGINE INTERNA DI SE: Autostima, Serenità Interna, Percezione di Se
DISTONIA IMMAGINE INTERNA
Chi ha la distonia n. 5 (sentimentale interna) emette segnali:
- non verbali che
- verbali:
- comportamentali:
Se esponiamo un simbolo conforme ad un soggetto distonico Sentimentale-Affettivo, lui (lei)
emetterà un segnale di gradimento (e viceversa)
Stesso discorso per segnali verbali o comportamentali
PER COINVOLGERE
Penalizzarlo, far vivere Disistima, mettere in Imbarazzo


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
Due Tipologie: Aree di Vita; Essere Avere
DISTONIA ESSERE / AVERE
Identificazione del fantasma APPAGANTE e del fantasma RIGENERANTE
DISTONICO dell’ESSERE: nell’infanzia ha avuto ancor prima di desiderare;
. gli è stata negata la possibilità di desiderare
DISTONICO dell’AVERE: nell’infanzia ha desiderato, ma ha fatto fatica ad avere
. gli è stato negato il possesso
DISTONICO dell’ESSERE
Alla stretta di mano NON OPPONE resistenza se tendi a ruotare lievemente la sua verso la
posizione supina (palmo vs alto)
È autoattributivo, di conseguenza usa verbo essere, si gratta parte destra del corpo,
È gatto che corre che si innamora del topo che fugge
Desiderare il più a lungo possibile è la sua fonte di appagamento
È logicamente Attivo, analogicamente Passivo
Offre affetto per ottenere sesso
Un po’ down, dominato nella coppia
Sviluppa conflittualità con genitore dello stesso sesso
PER COINVOLGERE
Si aggancia sul desiderio: Stimolare il desiderio e vincolare il possesso.
Bisogna farsi desiderare e concedere meno e più tardi di quanto lui (lei) desidera
Dare motivazione razionale per negargli il possesso e tendere l’elastico del desiderio
(es la relazione non è pronta, mi manca un dato dal Brasile …)
Rendergli difficile il facile attraverso l’inutile


DISTONICO dell’AVERE
Alla stretta di mano OPPONE resistenza se tendi a ruotare lievemente la sua verso la posizione
supina (palmo vs alto)
Eteroattributivo, di conseguenza usa verbo Avere, si gratta parte sinistra del corpo,
È topo che fugge che si innamora del gatto che corre
Logicamente Passivo, analogicamente Attivo
Ruolo Up in coppia, domina
Offre sesso per ottenere affetto
Vuole subito, ma quando ottiene, cerca altro, sempre alla ricerca di un altro possesso in ruolo attivo
(predatore)
Sviluppa conflittualità con genitore del sesso opposto
PER COINVOLGERE
Si aggancia sul possesso: Concedere il possesso ponendo vincoli minimi, facilmente e rapidamente
superabili
Ponigli sempre un vincolo, ma superabile, facilitagli il compito, rispetta il premio
Es bimbo vuole regalo – se prendi 8 te lo regalo --
Bisogna concedere di più e prima di quanto lui (lei) desidera
Rendergli facile il difficile attraverso l’essenziale


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
Due Tipologie: Aree di Vita; Essere Avere
DISTONIA ESSERE / AVERE - STRUTTURA BASE/ALTERATA
Il Distonico AVERE che ha il genitore conflittuale AVERE poiché più debole (è bimbo) tende a
porsi in posizione complementare, quindi muta in Distonico ESSERE.
Il Distonico ESSERE che ha genitore conflittuale ESSERE tende a diventare AVERE
STRUTTURA BASE: Il Distonico ESSERE/AVERE che rimane tale
STRUTTURA ALTERATA: Il Distonico ESSERE/AVERE che muta in AVERE/ESSERE


STRUTTURA BASE:
Percepiscono il mondo attraverso il PATHOS;
Sono Tristi o Contenti
Si pongono in modo complementare all’interlocutore
Sono IperEmotivi
STRUTTURA ALTERATA
Percepiscono il mondo attraverso Rancore e Senso di Colpa
Sono IperLogici (motivazioni e contromotivazioni; analizzano)
Tendono sempre a contestare quello che dice/fa l’interlocutore
Vogliono Battibecco; prima risposta istintiva è “NO, perché …”
Anche in posizione Down: “passi pure” – “NO, passi prima Lei”


DISTONIA: differenza tra ciò che vorremmo essere/avere e ciò che siamo/abbiamo.
Emotività compressa e non espressa
>>> Amplificare Turbamenti / Distonie <<<
Due Tipologie: Aree di Vita; Essere Avere
DISTONIA ESSERE / AVERE - STRUTTURA BASE/ALTERATA
COINVOLGIMENTO
ESSERE BASE
Devi fuggire e dare la possibilità di inseguire.
Att alle convenzioni sociali: è comunque un uomo che deve chiamare la donna ESSERE, ma NON
la deve invitare
Devi farla/o aspettare, dando, poi, motivazione logica al ritardo
Devi far attendere il Capo/Cliente fornendo scusa logica e consegnarli la relazione solo all’ultimo
quando ti dirà “… non importa va bene così”
AVERE BASE
Devi inseguire e dare la possibilità di fuggire.
Att alle convenzioni sociali: comunque la donna dovrà attendere la chiamata dell’uomo AVERE,
ma non deve farsi pregare ed accettare subito la proposta
Non devi farla/o aspettare.
NON devi far attendere il Capo/Cliente e consegnarli la relazione solo all’ultimo quando solo
quando te la chiede NON prima
ESSERE ALTERATO
Impostare battibecco sino a che non cede Lei/lui:
es: contesta maglietta sinché non torna a casa a cambiarla
è un ex AVERE: quindi prima insegui poi fatti inseguire (periodicamente ripetere)
. es: corteggi tempestando, quando ottieni la prima gratificazione, scappa
Imposta ricatto Analogico, ma si coinvolge sul ricatto Logico
Si aggancia sul senso di colpa
AVERE ALTERATO
Impostare battibecco, ma poi sottomettersi/cedere/dare ragione
È un ex ESSERE: quindi prima fatti inseguire poi insegui (periodicamente ripetere)
Imposta ricatto Logico, ma si coinvolge con ricatto Analogico


CARATTERISTICHE SENSORIALI
Comunichiamo attraverso i 5 sensi:
• vista
• udito
• olfatto
• tatto
• gusto
Nella scienza neurolinguistica gli ultimi tre sensi vengono raggruppati in un’unica categoria detta
“cenestesica”
Ogni soggetto utilizza prevalentemente UNA tecnica comunicativa PRINCIPALE, in misura lieve
una tecnica SECONDARIA e quasi per niente la terza.
Soggetti VISIVI
Nel parlare utilizzano prevalentemente metafore, verbi, locuzioni di tipo visivo.
Ad es.: “questa cosa non mi è chiara” “questa è una macchia scura” “se osservi attentamente”
Hanno una parlata rapida veloce essenziale non si perdono in giri di parole vanno al punto hanno
fretta
Hanno una respirazione prevalentemente con la parte alta dell’apparato respiratorio
Se non sono in intimità con una persona non gradiscono la violazione dello spazio e tantomeno il
contatto fisico
Portano lo sguardo verso l’alto prima di rispondere
Citazione W. Churchill: “chi dice in 5 parole ciò che può essere detto in 4 è capace di qualsiasi
crimine”.
Soggetti UDITIVI
Nel parlare utilizzano prevalentemente metafore, verbi, locuzioni di tipo uditivo.
Ad es.: “ti suona bene questo progetto” siamo sulla stessa lunghezza d’onda” “mi sono detto” “ti sei
chiesto se”
Sono un po’ logorroici ed odiano le persone che gli mettono fretta, sono indecisi, hanno sempre un
dialogo interno nell’assunzione delle decisioni
Hanno una respirazione prevalentemente con la parte centrale dell’apparato respiratorio.
Muovono gli occhi lateralmente prima di rispondere.
Soggetti CENESTESICI (tattili olfattivi gustativi)
Nel parlare utilizzano prevalentemente metafore, verbi, locuzioni di tipo cenestesico.
Ad es.: “ho un peso sullo stomaco” “mi sono gustato il film” “questa cosa mi puzza” “sto portando
tutto il peso sulle mie spalle”
Tendono a violare lo spazio altrui toccare e farsi toccare
Se non li tocchiamo ci giudicano freddi
Hanno una respirazione prevalentemente con la parte centrale dell’apparato respiratorio.
Muovono gli occhi verso il basso (prevalentemente dx) prima di rispondere.
L’aggancio deve avvenire utilizzando il loro stesso canale prevalente, ma la seduzione avviene
utilizzando il loro canale comunicativo meno utilizzato. Bisogna entrare nel loro territorio e poi,
lentamente, portarli in un territorio (comunicativo) a loro semi ignoto.
Solitamente il soggetto visivo ha come canale inutilizzato quello uditivo e viceversa.
Il soggetto cenestesico potrebbe avere come canale inutilizzato sia il visivo che l’uditivo.
Fare test gradimento / rifiuto per verificare.


Se è vero il rapporto “essere” – “comportamento” è vero anche il contrario.
Ovverosia se il soggetto cenestesico porta gli occhi verso il basso, portando volontariamente gli
occhi verso il basso ampliamo le nostre percezioni cenestesiche.
Quindi per “sentire” di più nell’atto sessuale, occorrerà forzare gli occhi verso il basso (anche se
chiusi), per ridurre il dolore dal dentista occorrerà forzare gli occhi verso l’alto.
Fatto test sigaretta accesa sulla fronte con occhi verso l’alto … in effetti minor percezione del
dolore rispetto a caso con occhi verso il basso
… fatti vari esempi ed altri test che ora non ricordo più …


Quanto segue si riferisce ai soggetti destrorsi per i mancini (8% della popolazione) vale il contrario
Attenzione a destra e sinistra se riferiti al soggetto sotto osservazione o se riferiti all’osservatore.
I miei appunti si riferiscono al soggetto sotto osservazione, da cui consegue che per chi guarda è l
contrario.
La parte sinistra del cervello controlla la parte destra del corpo e viceversa.
Ricordiamoci che la parte sinistra del cervello è la parte più creativa, mentre la parte destra del
cervello è la parte più razionale.
Se il soggetto sotto osservazione porta gli occhi verso la propria destra (sinistra per chi guarda)
significa che accede alla fantasia quindi è probabile che sta mentendo.
Se il soggetto sotto osservazione porta gli occhi verso la propria sinistra (destra per chi guarda)
significa che sta accedendo all’area di memoria quindi è probabile che stia dicendo la verità
Domanda: se uno si è precostituito una storia / balla da raccontare, alla domanda non potrebbe
portare gli occhi alla propria sinistra perché accede alla storia (falsa) memorizzata: Massimo dice di
no perché comunque si accede all’area della fantasia che quella storia ha prodotto e quindi porterà
gli occhi alla propria destra.
Tecnica del falso indizio:
Tizio ti dice (presunta) balla che ieri è andato a cena in via Roma, controbatti “ma hai visto che
incendio pauroso che è capitato li ne hanno parlato anche in tv, ….”
In tal caso gli occhi gireranno dappertutto.
Altri indizi di falso sono i segnali di rifiuto, li ricordiamo:
• Strofinarsi il naso
• Spazzolarsi la manica o altra parte del vestito
• Calcetto
• Passo o micro movimento indietro
• Abbottonarsi la giacca
• Braccia conserte
• Tirarsi giù le maniche
• Raschiare prima di dare risposta
• Allontanare oggetti
• Deglutire prima di rispondere
Al solito attenzione che un indizio non è sufficiente mentre più indizi concordanti sono una mezza
prova.


MASTRO di CHIAVI e GUARDIANO di PORTA
Emulazione del Mito Genitoriale – cerchiamo le persone che emulano il comportamento del
genitore che ci ha fatto soffrire di più
Chi IMPONE il vincolo SEDUCE, chi SUBISCE il vincolo è SEDOTTO
MASTRO di CHIAVI: ovverosia figura TRASGRESSIVA (ha chiavi Emotività)
GUARDIANO di PORTA: ovverosia Figura ISTITUZIONALE (Difende da Emotività)
MASTRO di CHIAVI
Rappresenta il comportamento del genitore Cattivo/Trasgressivo
Tu stai zitto/à perché non capisci nulla
Ti lascia andare in situazioni pericolose, non raccomandabili
PER SEDURRE chi HA BISOGNO del KEEMASTER
Usa ANATEMI
- Orgoglio Maschile – Omossessuale / Impotente
- Orgoglio Femminile – Non femminile / Puta
Interruzione di Schema – Attivare Schema e interromperlo
Push ‘n’ Pull
Emotional Roller Coaster
Con ‘Iperlogico – Ansioso’ devi fare il KeeMaster
GUARDIANO di PORTA
Rappresenta il comportamento del genitore Buono / protettivo
Ti vuole salvare dalle emozioni, ma ti impedisce di amare
Fanno vivere senso di Colpa / Abbandono
Comprimono Patos e lasciano sfogare rabbia
PER SEDURRE chi HA BISOGNO del DOARKEEPER
Usa SIGILLI
- Senso di COLPA
- Senso ABBANDONO
- DISISTIMA
Se target ha iperemotività e se Ansia diventa Panico – Angoscia devi fare DoarKeeper
PNL – CNV – IDS Release del 30/05/2012 10.18.00 - Pag. 15 di 21
SEGNALI ICONICI
Nb: le nostre emotività represse (dalla nostra parte logica) si esprimono con gesti istintivi e
somatizzazioni che possono anche arrivare a disturbi psicosomatici. Paradossalmente se dessimo
sempre libero sfogo alla nostra emotività non esisterebbero.
(vedi anche sx Etero Attributivo e dx Auto Attribuzione)
Mordicchiamento Labbro SUPERIORE
necessità o gradimento SESSUALE
Mordicchiamento Labbro INFERIORE
necessità o gradimento AFFETTIVITÀ
Dito nell’Orecchio
necessità o gradimento SESSUALE
Massaggio LOBO Orecchio
necessità o gradimento AFFETTIVITÀ
Grattamento o massaggio orecchio e zona
circostante
esprime pulsioni sessuali represse o
sull’argomento o verso di noi
Giocare con Collana
necessità o gradimento Affettivo/Sessuale
Giocare con Anello / Bracciale
Su e giù / dentro fuori: SESSUALE
Rotazione: necessità affettiva
Toccare Cravatta
necessità o gradimento SESSUALE
Grattarsi la MANO palmo o dorso
Problemi economici
Mano sotto l’Ascella
Propenso ad esborsare denaro, disponibile


Su di Noi Stessi
Ogni volta che proviamo piacere dobbiamo ancorare quella sensazione (PAVLOV) a immagini,
suoni, cenestesie univoche e sempre uguali.
Dobbiamo vincolare quell’emozione a stimoli sensoriali (visivi, uditivi, cenestesici)
Il Subconscio lavora per analogie: riproducendo quel suono, immagine cenestesia ci
autosomministriamo piacere.
Sui Terzi
dobbiamo ancorare l’emozione (sia Pos che Neg) sulla quale otteniamo un segnale di gradimento
(es.: linguino) e farla collegare a noi.
La riproduzione di quelle stimolazioni sensoriali causerà un potenziale di coinvolgimento
Sostanziale ristrutturazione cognitiva
Es. fai pensare intensamente la persona ad una situazione estremamente positiva della sua vita, ora
abbracciala più forte che puoi: in questo modo ancori il suo stato d’animo alla tua stretta
Es. se il target dice “quella persona è davvero SPECIALE per me” dando un tono particolare a
speciale, prova a riprodurre la parola ed il tono: richiamerai istintivamente lo stesso stato d’animo
AUTOATTRIBUZIONE e ETEROATTRIBUZIONE
AUTOATTRIBUTIVO Si tocca parte DESTRA del corpo
Attribuisce a se stesso le proprie difficoltà
È Distonico dell’ESSERE
ETEROATTRIBUTIVO Si tocca parte SINISTRA del corpo
Attribuisce agli altri (o eventi esterni) le proprie difficoltà
È distonico dell’AVERE

Nessun commento:

Posta un commento