giovedì 24 maggio 2012

Leggi e regole di innamoramento ed amore





Apriamo una finestra sulle leggi e regole di innamoramento ed amore significa aprire una finestra sui principi di seduzione simbolica emozionale ed analogica.


L'innamoramento è un complesso di sentimenti e di comportamenti proprio degli esseri umani[senza fonte] caratterizzato dal forte coinvolgimento emotivo associato a un'intensa attrazione sessuale. Certo amare è più impegnativo del semplice innamorarsi, ma è anche più bello, nel senso che conduce ad una felicità più profonda e duratura della gioia che si sperimenta durante l’innamoramento.

Quando si è innamorati non si riesce a fare a meno della persona desiderata.





Qual è la differenza tra l'amore e l'illusione d'amore? Ci sono molte differenze.


Ma una è fondamentale. 


L'illusione d'amore è permeata dall'attaccamento e dal senso del possesso: si ama una persona pechè questa ci ami a sua volta .
Per integrare il sesso con l'amore bisogna passare attraverso la seduzione.


 La seduzione è la capacità di attrarre e coinvolgere non la manifestazione dei propri bisogni e delle proprie paure. Una relazione d'amore per essere appagante richiede passione, intimita, complicità, libertà. Se ne manca una l'amore viene sostituito dalla sofferenza. 


 Paradossalmente è il bisogno di amore che ci impedisce di essere amati e che ci fa prendere per amore quella che in realtà è soltanto un'illusione. 


 Chi ama se stesso non ha paura di essere solo e non teme di essere abbandonato perché la solitudine offre l’opportunità di amarsi e di accettarsi ancor più profondamente. 


L'INNAMORAMENTO RAPIDO è come un fuoco passionale una SEDUZIONE ISTANTANEA che ci spinge verso un’altra persona e ci coinvolge talmente tanto da desiderare subito di stabilire un legame unico e irripetibile, indipendentemente da qualsiasi scelta razionale o da una reale conoscenza dell’altro.

La persona amata diventa pertanto il riferimento esclusivo di un ampio ventaglio di aspettative fantastiche, illusioni e desideri nascosti. È come se rappresentasse il punto di arrivo di una lunga ricerca affettiva iniziata sin dal primo amore adolescenziale.

Questa affascinante tempesta emotiva porta, però, a un dialogo interpersonale troppo mitizzato e tende a creare aspettative e giudizi sull’altro che spesso non corrispondono alla sua vera personalità. Si rischia di comunicare illusoriamente, andando avanti per due strade parallele nella convinzione errata sia di essere sulla stessa strada sia di condividere un progetto di vita insieme



Le persone si innamorano quando sono pronte a mutare, ad iniziare una nuova vita. L'innamoramento,  si compone di un rapido processo di destrutturazione-ristrutturazione chiamato Stato nascente (invariante rispetto all'età, al sesso, all'orientamento sessuale) nel quale l'individuo diventa capace di fondersi con un'altra persona e creare una nuova collettività ad altissima solidarietà. 



Le somiglianze tra l'amore e la dipendenza da sostanze come droghe e alcool sono molte. Si sa che alla base di tutto c’è irrazionalità ma non c’è modo per modificare il proprio comportamento.

 E quando finisce un rapporto ecco la crisi di astinenza, perché tutto dipende dal cervello Secondo la teoria dell'evoluzione, nell'uomo si sono sviluppati ed evoluti nel tempo una serie di nuovi adattamenti, creando notevoli differenze tra la specie umana e le altre.

 Il più significativo, spesso sottovalutato da filosofi e scienziati, è il fatto che solo la femmina umana sia divenuta in grado di riprodursi durante tutti i periodi dell’anno. Secondo l'ipotesi formulata da Bertini, in questo modo fu possibile, a differenza degli altri animali, avere più figli da curare contemporaneamente.

 Nel frattempo, lo sviluppo del cervello portò poi ad elaborare un linguaggio e quindi una cultura da trasmettere ai figli.

Nacque così la necessità di avere gruppi familiari stabili in cui entrambi i genitori potessero dedicarsi insieme alla crescita della prole. L’attrazione maschio – femmina divenne perciò sempre più selettiva, la scelta del compagno – compagna, con cui condividere questa esperienza, sempre più importante.

Nacque così l’innamoramento per cui la scelta sessuale è fatta in base a criteri del tutto individuali, ma non più casuali o legati alla competizione, come, invece, ancora oggi avviene per gli animali. Nell’innamoramento prevale l’atteggiamento del “prendere”: io desidero l’altro per le emozioni piacevoli che mi provoca, ne ho bisogno, senza di lui sto male, non posso farne a meno, l’altro mi completa.

Nessun commento:

Posta un commento