domenica 27 maggio 2012

Amore , secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione



L' AMORE secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione ha tutte le componenti di passione, intimità ed impegno attive ed equilibrate.
Conoscere queste dinamiche ti sarà utile sia per trovare un nuovo amore sia per sapere cosa fare se vieni lasciata.
L' AMORE  secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione è figlio di una SEDUZIONE completa.
Bisogna imparare come costruire l'amore.
Quello che forse spesso ci manca è un qualcosa di importante per andare avanti nella vita di tutti i giorni, per   decidere cosa fare, quasi per poter “giustificare” il fatto di essere felici, anche se non ci sarebbe bisogno di giustificazioni...  Secondo questo ragionamento, siccome la nostra vita va avanti come la impostiamo noi, la nostra felicità dipende da noi, e quindi ognuno di noi ha il suo particolare tipo di felicità: non esiste “la felicità”, esiste la tua felicità, la mia felicità, la felicità di ciascuna singola persona che vive nel mondo

Amare una persona è... averla senza possederla; desiderare di stare con lei, ma senza essere spinti dal bisogno di alleviare la propria solitudine; temere di perderla, ma senza essere gelosi; aver bisogno di lei, ma senza esserne dipendenti; aiutarla, ma senza aspettarsi gratitudine; essere legati a lei pur restando liberi; essere tutt'uno, pur rimanendo se stessi.


La SEDUZIONE NEL RAPPORTO DI COPPIA serve a mantenere vivo l'aspetto di coinvolgimento nel tempo.


Il rapporto di coppia è per sua natura caratterizzato da un’interazione dinamica
e persistente tra due persone che comunicano sulla base della presunzione di
una conoscenza reciproca più o meno approfondita. Ed è proprio questo
aspetto, cioè la conoscenza dell’altro l’elemento più critico ed emblematico
della vita a due, che sempre più spesso riserva ai componenti della coppia
brutte sorprese. 
L’amore, perciò, a differenza dell’ innamoramento, diviene come continua conquista del bene altrui e come progetto di vita.

Infatti, spesso si pensa di conoscere il proprio partner molto
bene, anzi profondamente, salvo poi a scoprire con grande delusione che di
questa persona con la quale si può aver vissuto anche a lungo, si aveva una
conoscenza piuttosto superficiale, soprattutto se essa (ma a volte sono
coinvolti entrambi i componenti la coppia) inconsciamente o magari
intenzionalmente ha comunicato ed agito con il preciso scopo di far conoscere
al proprio partner la parte migliore di sé, nascondendo volutamente – per non
apparire poco desiderabili o peggio ancora vulnerabili – quella parte di sé che
non si accetta o che si intende volutamente tenere segreta, o addirittura ignota
a se stessi.
Un simile comportamento potrebbe quanto meno apparire ingannevole nei
confronti dell’altro che avrebbe così acquisito informazioni parziali e incomplete
sul proprio interlocutore ricavandone un profilo di personalità poco vero, non
autentico e soprattutto diverso dalla realtà in quanto solo parzialmente
corrispondente alle vere caratteristiche psico-fisiche, relazionali ed emotive del
soggetto. Ma chi intenzionalmente avesse posto in essere una simile strategia
di comunicazione e di comportamento autoprotettivo e/o manipolativo
pensando di far bene il suo “gioco”, presto rimarrebbe assai deluso dai risultati
assolutamente negativi con i quali potrebbe chiudersi la partita a due. Infatti,
su un piatto della bilancia ci sarebbe la delusione del partner “tradito” per la
mal ripagata fiducia, sull’altro un sentimento ancora più grave: l’umiliazione di
aver mentito a se stessi, con gravi perdite sul fronte dell’autostima.

Qual è la differenza tra l'amore e l'illusione d'amore? Ci sono molte differenze.
Ma una è fondamentale. 
L'illusione d'amore è permeata dall'attaccamento e dal senso del possesso: si ama una persona pechè questa ci ami a sua volta .
Per integrare il sesso con l'amore bisogna passare attraverso la seduzione.
 La seduzione è la capacità di attrarre e coinvolgere non la manifestazione dei propri bisogni e delle proprie paure. Una relazione d'amore per essere appagante richiede passione, intimita, complicità, libertà. Se ne manca una l'amore viene sostituito dalla sofferenza. 

 Paradossalmente è il bisogno di amore che ci impedisce di essere amati e che ci fa prendere per amore quella che in realtà è soltanto un'illusione. 

 Chi ama se stesso non ha paura di essere solo e non teme di essere abbandonato perché la solitudine offre l’opportunità di amarsi e di accettarsi ancor più profondamente. 

 Spesso, infatti, a causa delle proprie insicurezze, si tende a idealizzare il compagno cercando di adeguarsi alle sue esigenze. Per evitare di rimanere delusi, quindi, mostratevi per come siete veramente.

 Vi interessa davvero seguirlo in tutto quello che fa? Vi piace il modo in cui si comporta con voi? 

Provate a ritagliarvi un momento solo per voi e cercate di rispondere ai vostri interrogativi. Sinceramente. 


Nessun commento:

Posta un commento