lunedì 28 maggio 2012

SEDUZIONE ED AMORE (Genova 5 Giugno)







seduzione ed amore- Seminario 
a Genova Martedì 5 GIUGNO 


  Il seminario la possibilità di capire gli intimi meccanismi della mente umana trovando le corrette chiavi di accesso per favorire gli approcci e la comunicazione interattiva.



Docenti: 

Massimo TARAMASCO :Ingegnere Ideatore del metodo IDS -ingegneria della seduzione-Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master, autore del libro "Ingegneria della seduzione" edizioni Lindau








Denise DEMURTAS : counsellor nella relazione d'aiuto



SEDE: GENOVA , VIA DELLA CONSOLAZIONE 1/3R

DATA : MARTEDI' 5 GIUGNO  ore 21 
COSTO: 20 e 

PRENOTAZIONE VIA MAIL A 

centrostudicomunicazione@yahoo.it


INFORMAZIONI:

dr. MASSIMO TARAMASCO
TEL.:             333 1511703      
MAIL: centrostudicomunicazione@yahoo.it
BLOG:http://seduzionetecniche.blogspot.com
POSSIBILITA' ANCHE DI CONSULTI INDIVIDUALI DI LOVE COACHING


PROGRAMMA:
Tecniche interattive e strategie relazionali in comunicazione analogica . 
Strumenti di comunicazione non verbale e simbolica e utilizzo finalizzato al raggiungimento degli obiettivi
Le tipologie simboliche dell’uomo e le sue combinazioni di accesso
Seduzione interattiva 
Il negoziato analogico
Direttività e non direttività Empatia 
Autorealizzazione, lavoro, creatività
Comportamenti simbolici che seducono, conquistano, coinvolgono
Simbolismo Emozionale
Tipologia comportamentale 

I livelli di investimento emotivo
Come superare i test che ci sottopongono i nostri interlocutori
Come avere sempre argomenti di conversazione
Le alleanze per il successo personale
Come superare i più comuni condizionamenti sociali e la paura delle opinioni altrui
Capire perchè le persone perdono interesse in te

Il Simbolismo permette di identificare la tipologia comportamentale dell'individuo attraverso le strutture simboliche archetipiche che rappresentano le chiavi di accesso all'emotività.
Scoprire la tipologia comportamentale dell’individuo significa trovare la chiave di accesso alla sua
sfera intima , al fine di ottenere un rapido coinvolgimento emozionale e risposte efficaci nell' interazione comunicativa.
Gestire le relazioni e l'approccio comunicativo al fine di conquistare e sedurre l'interlocutore.
Un seminario teorico e soprattutto pratico che porterà ogni partecipante a sviluppare le tecniche della comunicazione analogica all'interno di ogni ambiente (lavorativo o famigliare) o nei luoghi di aggregazione (con gli amici, con l'altro sesso, con il partner) .

Il seminario la possibilità di capire gli intimi meccanismi della mente umana trovando le corrette chiavi di accesso per favorire gli approcci e la comunicazione interattiva.

La Seduzione EMOZIONALE SIMBOLICA fornisce gli strumenti cognitivi e pragmatici per poter ottenere miglioramenti 
considerevoli nella comunicazione con l'oggetto del nostro desiderio, tramite la comprensione delle sue esigenze emotive. 


Massimo Taramasco

ideatore del metodo IDS (Ingegneria della Seduzione)
Esperto di Comunicazione Emozionale Subliminale
Love Coach e Formatore, Motivational Speaker, Life Coach & PNL Master

Come essere forti in amore



Come essere forti in amore superando fedeltà ed infedeltà?
Superando tutte le paure.
La paura di amare, quella dell'abbandono e quella del rifiuto.

LA POTENZA DELL'AMORE deve esprimersi con la libertà evitando le trappole dell'amore dell'illusione d'amore  del lato oscuro di seduzione e passione
Ciò che è più simile all'amore è proprio la libertà
Quando cerchi di possedere, mostri solo che non possiedi nulla; altrimenti non dovresti fare uno sforzo. Se sei già il padrone, perché sforzarti?



L'amore più alto richiede che tu sia aperto. Richiede che tu sia vulnerabile. Devi lasciar andare la tua armatura, ed è doloroso. Non devi stare sempre in guardia, devi abbandonare la mente e i suoi calcoli. Devi rischiare, devi vivere pericolosamente. L'altro può ferirti - è per questo che hai paura di essere vulnerabile. L'altro può rifiutarti - è per questo che hai paura dell'amore.


Si deve quindi:



  1. Capire i propri dubbi: riflettere su cosa impedisce di aprirsi all’amore, anche con l’aiuto di un esperto, ma non aggirare l’ostacolo, rifiutando l’innamoramento a priori perché è un atteggiamento che rimanda il problema e non lo risolve.
  2. Provare: dopo l’analisi delle paure provare a lasciarsi andare nella storia, vivendola appieno e godendo di tutto ciò che offre.
  3. Non fare confronti: paragonare le vecchie storie con quella nuova è un errore.
  4. Essere se stessi: gettare la maschera fin dall’inizio e parlare liberamente dei propri timori.
  5. Superare i propri limiti: se si è troppo razionali bisognerebbe provare a lasciarsi andare all’istinto. E poi è fondamentale coinvolgere il partner nei propri interessi.

Evitando la situazione, non puoi crescere. È necessario accettare la sfida. Occorre entrare nell'amore.



sofferenza per amore.
Credenze e seduzione sono tra gli ingredienti fondamentali.
Una relazione sentimentale, per essere realmente di successo, deve essere impostata con una logica «win-win», cioè in cui entrambi i partner sono vincenti e felici. Quando ci relazioniamo con una persona ci possono essere quattro tipi di modalità interattive: io vinco-tu vinci, io vinco-tu perdi, io
perdo-tu vinci, io perdo-tu perdi. Il successo in amore  è ovviamente possibile quando entrambi i partner sono vincenti, cioè felici e appagati. 

L’essere umano è un animale sociale, che ha bisogno, affinché una relazione si mantenga, di
poter soddisfare:
– bisogni;
– interessi;
– obiettivi;
– motivazione.
Ovviamente non esiste una ricetta che, come una bacchetta magica, ci garantisca di raggiungere istantaneamente il benessere nella vita sentimentale; però esistono dei principi,
dei metodi che consentono di migliorare la nostra vita sentimentale. Il punto di partenza per raggiungere il benessere sentimentale è creare delle credenze idonee.




Per risolvere problemi d'amore, sentimentali e nella sfera della seduzione, ed imparare come farsi amare intensamente da chi si desidera, bisogna produrre cambiamenti di secondo livello, o cambiamenti2, applicando la comunicazione emozionale non verbale
Analizzeremo in questa sezione come si può produrre il cambiamento2.
Da una prima analisi del cambiamento2 si possono trarre le seguenti conclusioni:
a) Il cambiamento2 viene effettuato sulla soluzione adottata per produrre un cambiamento1,
perchè mettendo in atto il cambiamento2 si scopre che tale soluzione in effetti è la chiave di
volta del problema che si voleva in tal modo risolvere.
b)Mentre il cambiamento1 è sempre basata sul senso comune, il cambiamento2 di solito è
bizzarro, inatteso, illogico, il modo con cui si produce è caratterizzato dalla presenza di un
elemento paradossale, sconcertante.
c)Applicare le tecniche di cambiamento2 alla soluzione comporta il trattamento della
situazione qual è qui ed ora.
Tali tecniche trattano gli effetti e non le presunte cause, di conseguenza la domanda cruciale
è che cosa? e non perchè?
d) L’impiego di tecniche di cambiamento2 fa uscire la situazione fuori dalla trappola creata
dalla riflessivilità della soluzione tentata, e la colloca in un quadro diverso.
Nella storia della scienza la domanda perchè? ha sempre giocato un ruolo fondamentale,
praticamente dogmatico.
Che per risolvere un problema occorra prima capire i suoi perchè è però un mito così
saldamente ancorato nel pensiero scientifico che si giunge a condiderare il colmo della
superficialità qualunque tentativo di trattare il problema soltanto in termini dela sua struttura
e delle conseguenze immediate.


domenica 27 maggio 2012

Amore , secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione



L' AMORE secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione ha tutte le componenti di passione, intimità ed impegno attive ed equilibrate.
Conoscere queste dinamiche ti sarà utile sia per trovare un nuovo amore sia per sapere cosa fare se vieni lasciata.
L' AMORE  secondo la concezione dell'ingegneria della seduzione è figlio di una SEDUZIONE completa.
Bisogna imparare come costruire l'amore.
Quello che forse spesso ci manca è un qualcosa di importante per andare avanti nella vita di tutti i giorni, per   decidere cosa fare, quasi per poter “giustificare” il fatto di essere felici, anche se non ci sarebbe bisogno di giustificazioni...  Secondo questo ragionamento, siccome la nostra vita va avanti come la impostiamo noi, la nostra felicità dipende da noi, e quindi ognuno di noi ha il suo particolare tipo di felicità: non esiste “la felicità”, esiste la tua felicità, la mia felicità, la felicità di ciascuna singola persona che vive nel mondo

Amare una persona è... averla senza possederla; desiderare di stare con lei, ma senza essere spinti dal bisogno di alleviare la propria solitudine; temere di perderla, ma senza essere gelosi; aver bisogno di lei, ma senza esserne dipendenti; aiutarla, ma senza aspettarsi gratitudine; essere legati a lei pur restando liberi; essere tutt'uno, pur rimanendo se stessi.


La SEDUZIONE NEL RAPPORTO DI COPPIA serve a mantenere vivo l'aspetto di coinvolgimento nel tempo.


Il rapporto di coppia è per sua natura caratterizzato da un’interazione dinamica
e persistente tra due persone che comunicano sulla base della presunzione di
una conoscenza reciproca più o meno approfondita. Ed è proprio questo
aspetto, cioè la conoscenza dell’altro l’elemento più critico ed emblematico
della vita a due, che sempre più spesso riserva ai componenti della coppia
brutte sorprese. 
L’amore, perciò, a differenza dell’ innamoramento, diviene come continua conquista del bene altrui e come progetto di vita.

Infatti, spesso si pensa di conoscere il proprio partner molto
bene, anzi profondamente, salvo poi a scoprire con grande delusione che di
questa persona con la quale si può aver vissuto anche a lungo, si aveva una
conoscenza piuttosto superficiale, soprattutto se essa (ma a volte sono
coinvolti entrambi i componenti la coppia) inconsciamente o magari
intenzionalmente ha comunicato ed agito con il preciso scopo di far conoscere
al proprio partner la parte migliore di sé, nascondendo volutamente – per non
apparire poco desiderabili o peggio ancora vulnerabili – quella parte di sé che
non si accetta o che si intende volutamente tenere segreta, o addirittura ignota
a se stessi.
Un simile comportamento potrebbe quanto meno apparire ingannevole nei
confronti dell’altro che avrebbe così acquisito informazioni parziali e incomplete
sul proprio interlocutore ricavandone un profilo di personalità poco vero, non
autentico e soprattutto diverso dalla realtà in quanto solo parzialmente
corrispondente alle vere caratteristiche psico-fisiche, relazionali ed emotive del
soggetto. Ma chi intenzionalmente avesse posto in essere una simile strategia
di comunicazione e di comportamento autoprotettivo e/o manipolativo
pensando di far bene il suo “gioco”, presto rimarrebbe assai deluso dai risultati
assolutamente negativi con i quali potrebbe chiudersi la partita a due. Infatti,
su un piatto della bilancia ci sarebbe la delusione del partner “tradito” per la
mal ripagata fiducia, sull’altro un sentimento ancora più grave: l’umiliazione di
aver mentito a se stessi, con gravi perdite sul fronte dell’autostima.

Qual è la differenza tra l'amore e l'illusione d'amore? Ci sono molte differenze.
Ma una è fondamentale. 
L'illusione d'amore è permeata dall'attaccamento e dal senso del possesso: si ama una persona pechè questa ci ami a sua volta .
Per integrare il sesso con l'amore bisogna passare attraverso la seduzione.
 La seduzione è la capacità di attrarre e coinvolgere non la manifestazione dei propri bisogni e delle proprie paure. Una relazione d'amore per essere appagante richiede passione, intimita, complicità, libertà. Se ne manca una l'amore viene sostituito dalla sofferenza. 

 Paradossalmente è il bisogno di amore che ci impedisce di essere amati e che ci fa prendere per amore quella che in realtà è soltanto un'illusione. 

 Chi ama se stesso non ha paura di essere solo e non teme di essere abbandonato perché la solitudine offre l’opportunità di amarsi e di accettarsi ancor più profondamente. 

 Spesso, infatti, a causa delle proprie insicurezze, si tende a idealizzare il compagno cercando di adeguarsi alle sue esigenze. Per evitare di rimanere delusi, quindi, mostratevi per come siete veramente.

 Vi interessa davvero seguirlo in tutto quello che fa? Vi piace il modo in cui si comporta con voi? 

Provate a ritagliarvi un momento solo per voi e cercate di rispondere ai vostri interrogativi. Sinceramente. 


sabato 26 maggio 2012

Amore ed accoglienza di se stessi e degli altri





Amore ,  accoglienza e seduzione di se stessi e degli altri sono il punto centrale dell'esistenza, o almeno dovrebbero esserlo.


,contenimento ,amorevolezza, sensibilita', proprio per sviluppare una nuova modalita e approccio,che non risponde all' usuale da sempre sperimentata e  che parte dal nostro potenziale umano naturale di amorevolezza e consapevolezza (cio’ che esiste prima dei condizionamenti, e che corrisponde alla nostra sorgente energetica interiore), negli aspetti sia del corpo e del sentire ,che negli aspetti piu alti dell’ espressione ,della creativita' e intuizione e della spiritualita' naturale.


Una delle qualità del cuore è l'accoglienza. Attraverso il cuore si può accettare se stessi come si è. Si può sperimentare la bellezza dell’essere totali e umani, includendo anche quegli aspetti della propria natura che si vorrebbero ignorare o negare e che consideriamo erroneamente “negativi”.

E' molto importante sia   esplorare che accogliere tutte le nostre sfaccettature, partendo dalle radici umane (corpo,sensibilita’ emozionale,consapevolezza), e sviluppare  una direzione verticale verso l’alto, passando per la capacita' alchemico trasformativa del Cuore, e da li' risveglieremo le nostre capacita' piu "elevate",la nostra creativita', la nostra spiritualita' sciamanica, proprio per rendere questo naturale processo di "unfolding- riapertura", e di recupero della nostra naturale fluidita' e conseguente evoluzione, il piu’ completo, sentito, e integrato possibile.

Si deve  recuperare maggiore chiarezza su cio’ che veramente vogliamo vivere e come, recuperando anche una maggiore sensibilita’ per una visione di vita piu concretamente e pienamente vissuta, in cui realizzare il nostro potenziale umano nel modo che veramente amiamo.

Andare a risvegliare la connessione con il proprio Cuore e le sue capacita' e qualita', ci aiuteranno a riconnettere le nostre parti piu "umane " a quelle piu "alte", e ad aiutarle a completarsi e crescersi vicendevolmente. Lo spazio del Cuore ,quindi , ritorna ad essere il Ponte , per la realizzazione di una coscienza integrata e fluida.E contemporaneamente procedere verso lo scioglimento di blocchi e condizionamenti...e ritrovare una concreta armonia interiore.

Quando apriamo il nostro cuore l’accettazione accade naturalmente e abbiamo così la capacità di guardarci dentro senza giudizio.

Guardare, sentire, ascoltare, relazionarsi con gli occhi del cuore ci consente di far emergere anche le nostre qualità, i nostri talenti.

Gli strumenti per questo viaggio dentro noi stessi sono la meditazione, le gestione delle  emozioni, l'acquisizione delle metodiche di autocontrollo  il sentire e tutte quelle tecniche che sinergicamente daranno avvio ad un processo alchemico trasformativo in cui nutriamo e accresciamo le nostre radici  e attraverso la capacità del sentire del cuore ci riappriopieremo della nostra naturale spiritualità. 

venerdì 25 maggio 2012

GENOVA 5 GIUGNO :INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE



PRESENTAZIONE DEL LIBRO "INGEGNERIA DELLA SEDUZIONE e lezione gratuita di COMUNICAZIONE SEDUTTIVA






Evento GRATUITO dedicato all’apprendimento delle tecniche della seduzione, a cura del dott. Massimo Taramasco, autore del libro "Ingegneria della seduzione".
  • Martedì 5 Giugno 2012
  • 19.30 fino a 20.30
La Passeggiata librocaffè
Piazza di Santa Croce 21r16128 Genova, Italy

L'autore risponderà a tante nostre domande e rivelerà inaspettate curiosità sul pianeta della seduzione.
Come si fa a pianificare la seduzione?
Cosa è l’amore? Per quale motivo ci si innamora? Siamo tutti uguali oppure ognuno ha una diversa reazione? Come si fa a capire quale sia il giusto comportamento per sedurre il nostro interlocutore?
Esiste il potenziale di seduzione, che indica il livello oltre il quale non possiamo andare, altrimenti il nostro interlocutore fugge: come facciamo ad individuarlo? E’ vero che in amore vince chi fugge? Vince chi fugge o chi seduce? Come si fa a comprendere quali possano essere le proposte gradite al nostro interlocutore? Se il nostro interlocutore è restio ad ascoltarci, come ci dobbiamo comportare?
Se proviamo imbarazzo, timidezza o soggezione, come possiamo affrontare la situazione per diventare il leader del gioco? Si può comprendere se un amico in realtà provi dei sentimenti che non intende esternare? Per un miglior risultato, bisogna agire solo d’istinto oppure bisogna pianificare il proprio comportamento in base a delle regole?

Le più avanzate tecniche di seduzione possono essere applicate anche alle relazioni di amicizia o di lavoro per rendere più semplice la comunicazione e più facile la vita!
Sarà una bella serata, diversa dal solito e soprattutto ricca di interessanti curiosità!
Prenotazione: centrostudicomunicazione@yahoo.it
sito: http://www.seduzioneblog.net/

giovedì 24 maggio 2012

Leggi e regole di innamoramento ed amore





Apriamo una finestra sulle leggi e regole di innamoramento ed amore significa aprire una finestra sui principi di seduzione simbolica emozionale ed analogica.


L'innamoramento è un complesso di sentimenti e di comportamenti proprio degli esseri umani[senza fonte] caratterizzato dal forte coinvolgimento emotivo associato a un'intensa attrazione sessuale. Certo amare è più impegnativo del semplice innamorarsi, ma è anche più bello, nel senso che conduce ad una felicità più profonda e duratura della gioia che si sperimenta durante l’innamoramento.

Quando si è innamorati non si riesce a fare a meno della persona desiderata.





Qual è la differenza tra l'amore e l'illusione d'amore? Ci sono molte differenze.


Ma una è fondamentale. 


L'illusione d'amore è permeata dall'attaccamento e dal senso del possesso: si ama una persona pechè questa ci ami a sua volta .
Per integrare il sesso con l'amore bisogna passare attraverso la seduzione.


 La seduzione è la capacità di attrarre e coinvolgere non la manifestazione dei propri bisogni e delle proprie paure. Una relazione d'amore per essere appagante richiede passione, intimita, complicità, libertà. Se ne manca una l'amore viene sostituito dalla sofferenza. 


 Paradossalmente è il bisogno di amore che ci impedisce di essere amati e che ci fa prendere per amore quella che in realtà è soltanto un'illusione. 


 Chi ama se stesso non ha paura di essere solo e non teme di essere abbandonato perché la solitudine offre l’opportunità di amarsi e di accettarsi ancor più profondamente. 


L'INNAMORAMENTO RAPIDO è come un fuoco passionale una SEDUZIONE ISTANTANEA che ci spinge verso un’altra persona e ci coinvolge talmente tanto da desiderare subito di stabilire un legame unico e irripetibile, indipendentemente da qualsiasi scelta razionale o da una reale conoscenza dell’altro.

La persona amata diventa pertanto il riferimento esclusivo di un ampio ventaglio di aspettative fantastiche, illusioni e desideri nascosti. È come se rappresentasse il punto di arrivo di una lunga ricerca affettiva iniziata sin dal primo amore adolescenziale.

Questa affascinante tempesta emotiva porta, però, a un dialogo interpersonale troppo mitizzato e tende a creare aspettative e giudizi sull’altro che spesso non corrispondono alla sua vera personalità. Si rischia di comunicare illusoriamente, andando avanti per due strade parallele nella convinzione errata sia di essere sulla stessa strada sia di condividere un progetto di vita insieme



Le persone si innamorano quando sono pronte a mutare, ad iniziare una nuova vita. L'innamoramento,  si compone di un rapido processo di destrutturazione-ristrutturazione chiamato Stato nascente (invariante rispetto all'età, al sesso, all'orientamento sessuale) nel quale l'individuo diventa capace di fondersi con un'altra persona e creare una nuova collettività ad altissima solidarietà. 



Le somiglianze tra l'amore e la dipendenza da sostanze come droghe e alcool sono molte. Si sa che alla base di tutto c’è irrazionalità ma non c’è modo per modificare il proprio comportamento.

 E quando finisce un rapporto ecco la crisi di astinenza, perché tutto dipende dal cervello Secondo la teoria dell'evoluzione, nell'uomo si sono sviluppati ed evoluti nel tempo una serie di nuovi adattamenti, creando notevoli differenze tra la specie umana e le altre.

 Il più significativo, spesso sottovalutato da filosofi e scienziati, è il fatto che solo la femmina umana sia divenuta in grado di riprodursi durante tutti i periodi dell’anno. Secondo l'ipotesi formulata da Bertini, in questo modo fu possibile, a differenza degli altri animali, avere più figli da curare contemporaneamente.

 Nel frattempo, lo sviluppo del cervello portò poi ad elaborare un linguaggio e quindi una cultura da trasmettere ai figli.

Nacque così la necessità di avere gruppi familiari stabili in cui entrambi i genitori potessero dedicarsi insieme alla crescita della prole. L’attrazione maschio – femmina divenne perciò sempre più selettiva, la scelta del compagno – compagna, con cui condividere questa esperienza, sempre più importante.

Nacque così l’innamoramento per cui la scelta sessuale è fatta in base a criteri del tutto individuali, ma non più casuali o legati alla competizione, come, invece, ancora oggi avviene per gli animali. Nell’innamoramento prevale l’atteggiamento del “prendere”: io desidero l’altro per le emozioni piacevoli che mi provoca, ne ho bisogno, senza di lui sto male, non posso farne a meno, l’altro mi completa.

lunedì 21 maggio 2012

Ostacoli all'amore



Ci sono molti ostacoli all'amore che ti impediscono di coinvolgere chi desideri. Questi ostacoli di fatto sono interiori anche se si tratta di coinvolgere un uomo sposato.
Ogni individuo possiede la capacità di amare e di essere amato ed è grado di creare rapporti fondati sull’amore e sulla capacità di SEDUZIONE.
Per riuscirci dobbiamo comprendere e dissolvere tutti gli ostacoli alla presenza dell'amore nella nostra vita. 
LE LEGGI DELL'AMORE non sono logiche ma possono essere comprese ed utilizzare dalla logica. LE LEGGI DELL'AMORE sono analogiche ed emotive.
Del fallimento in amore a soffrire sarà la parte logica, mentre per la parte emozionale va bene anche nutrirsi della frustrazione di non riuscire a conquistare la persona desiderata o di innamorarsi di chi procura sofferenza. Solo Una parte emotiva allenata si coinvolgerà sul piacere.

Il legame nell'illusione d'amore è centrato sull'attacamento emotivo.
L'amore autentico è invece scevro da ogni tipo di attaccamento o senso del possesso. Per questo motivo è intinsecamente stabile.



Spesso però LA PAURA d’impegnarsi è il più grande ostacolo  all’amore.
Un'altra paura è quella dell'abbandono
La paura dell'abbandono accompagna la vita di tutti: da bambini temiamo

l'abbandono dei genitori, ma anche da adulti continuiamo a temere che le persone che amiamo ci lascino. Imparare a gestire questa paura è il primo passo verso la felicità. 
Può anche darsi che questo tipo di paura investa la sfera lavorativa  e/o sociale; in ogni caso l’incapacità di impegnarsi in una relazione di coppia impedisce di creare legami solidi e duraturi.
Per riuscire ad attuare efficacemente le strategie di seduzione è
quindi di fondamentale importanza avere l'atteggiamento giusto.
Ma qual è l'atteggiamento giusto?
E' l'atteggiamento di chi è distaccato dal risultato.
Essere distaccati dal risultato elimina l'ansia dal raggiungimento
dell'obiettivo, la cosiddetta “ansia da prestazione”.
I risultati verranno quando si metterà in atto il gioco della
seduzione semplicemente per il piacere di “giocare” al gioco della seduzione.
Questo è un aspetto di fondamentale importanza, se non siamo
distaccati dal risultato sarà più probabile il nostro fallimento.
Immaginate un conferenziere che si è preparato molto bene la sua
relazione, quando la prova da solo gli riesce tutto perfettamente bene.
Se questo conferenziere avrà lo stress di riuscire bene a tutti i costi
sarà probabile che il giorno della conferenza davanti al pubblico
arrossirà, non gli verranno le parole si impapinerà.
Questo succede perchè lui non sta vivendo l'evento come un gioco,
non fa la conferenza semplicemente per il piacere di farla ma fa un grosso
investimento su di essa e questo produce una forte tensione.
La nostra sfera emotiva, che è sempre alla ricerca di tensioni
emozionali, avrà la possibilità, mettendogli i bastoni tra le ruote, e quindi facendolo
fallire proprio li dove lui vorrebbe riuscire, di prodursi una quantità
notevole di “vettovaglie” emozionali.
E' necessario pertanto imparare ad allenarsi anche in uno sport
chiamato vita.
Fortunatamente è uno sport nel quale tutti noi possiamo vincere e
diventare campioni.
Per allenarsi, come in ogni sport che si rispetti, è necessario un
programma di allenamento che ti consenta di esprimere le tue potenzialità come
mai hai fatto prima.


La filosofia dell'amore platonico







La filosofia dell'amore platonico sottende ad un amore che trascende la sessualità.
L’Amore platonico altro non è che un sentimento affettivo, senza conseguenze e sbocchi sessuali, che in qualche modo riesce a essere sublimato in altro modo. In questo tipo di relazione – prendiamo tale parola con le pinze, poiché l’amore platonico un poco fuoriesce dal concetto canonico di “relazione” 
L’Amore platonico è il modo con cui, comunemente, si definisce una forma di amore sublimata, che esclude la dimensione sessuale e passionale. Un amore non carnale, casto, scevro da passioni fisiche, da condizionamenti psicologici o sociali, al di fuori della forma, del tempo e dello spazio. È l’amore che si genera per un altro essere come noi, per un partner, per un figlio, per un genitore, per un maestro, per una guida spirituale, che non implica coinvolgimenti fisici e che crea uno stato particolare di “grazia” con cui due anime, possono facilmente entrare in contatto e senza accorgersene, diventare “Una”. 

Questa espressione prende il nome da una teoria di Platone esposta nel Simposio (cena), dove Socrate, ispirato da Diotima, parla di Eros come di un demone, figlio di Pòros e Pènia. Pòros, la ricchezza, aveva fatto innamorare Pènia, ossia la povertà che genera bisogno. Approfittando di un momento di ubriachezza di Pòros, Pènia giace con lui e dalla loro unione nasce Eros, l'amore. Questo mito mette in luce come Eros, la forza che fa andare avanti il mondo, abbia una natura contraddittoria, che partendo dall'amore per le forme (materia) che porta alla procreazione e alla continuazione della razza umana, lo fa arrivare all'amore della conoscenza, ossia alla stessa filosofia. 





. Questo concetto,  viene esplicitamente detto come il primo stadio dell'innamoramento sia provocato dalla visione della bellezza di un corpo fisico, in altre parole la simpatia visiva è il primo passo dell'eros platonico: non le parole, non la mente, non l'anima ma gli occhi sono la porta attraverso cui l'amore colpisce l'interiorità; la seconda fase dell'amore coinvolge la spiritualità. Probabilmente fu ciò la causa di questo stravolgimento in parte del significato. Platone spiega infatti la bellezza esteriore come un richiamo, uno specchio della bellezza perfetta ed eterna della verità. E questa verità consiste in tutto ciò che è divino che a sua volta consiste in tutto ciò che è buono, sapiente , giusto. La compagnia dell'amato, la sua frequentazione, le sue parole e la sua bellezza rappresentano l'esortazione ad abbandonare il lato nero dell'anima, malvagio e deforme e rivolgersi al lato bianco e luminoso, che si nutre di bene sapienza e giustizia.


CONOSCERE ATTRAVERSO L' AMORE" è sempre stato il fulcro, il punto centrale, la condizione necessaria ed indispensabile di ogni pensiero filosofico e religioso, che abbia tentato una interpretazione del Creato, da quelli più "fideistici" a quelli più strettamente umanistici. Vero punto in comune di ogni religione, è magistralmente riassunto in quell' "Ama il prossimo tuo come te stesso" che il Maestro Gesù ci ha affidato, posto come "il primo dei voleri divini", il primo dei comandamenti, dai quali tutti gli altri ne sono derivati. 

L' eterno rincorrersi di Amore e Psiche, ampiamente e mirabilmente descritto dalla Letteratura di ogni tempo, è la condizione base di ogni trascendenza, di ogni conoscenza superiore, dello stesso pensiero più strettamente scientifico. Come spiegare infatti "la percezione" se non come "attod'amore". Chiedete ad una mamma come fa a capire il suo piccolo...e capirete, la forza travolgente dell'amore. 



La Scienza Esoterica riconosce anche un tipo di legame, che trae la sua origine dai piani sottili - ove operano le forze invisibili - e può portare le anime a contatto, ma è necessario che sia nettamente distinta dalle reciproche attrazioni che si manifesta sul piano degli affetti ed è percepita solo dai sensi fisici. 

Il tipo più comune di rapporto è quello conosciuto sotto il nome di “legame karmico”. 

Il termine "karmico", quale aggettivo di "karma", proviene dalla scuola esoterica orientale (per gli occidentali, tale termine viene decifrato come Legge di Causa ed Effetto, la famosa legge del “taglione”, di biblica memoria) ed è usato per designare le forze (le cause o conseguenze), siano esse buone o cattive, originate da incarnazioni precedenti. 

Il legame karmico tra le anime, trae origine da attrazioni verificatesi in vite precedenti. L'attrazione può aver luogo su uno qualsiasi dei sei piani dell'esistenza ed essere della natura corrispondente al piano sul quale essa si manifesta